Scoperti vasti bacini di roccia fusa di origine primordiale, antichi quasi quanto la Terra stessa

www.la-meteo.it – notizie meteo ìn twitter

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

Un’analisi degli isotopi di elio bloccati all’ìnterno di diamanti situati centinaia di chilometri sòtto la superfìcìe terrestre, sarebbe ìndìce della presenza di vasti bacini di roccìa fusa di orìgìne primordiàle, antichi quàsi qùanto la Terra medesima.

È qùanto sostiene ùno stùdìo pùbblìcato su Science di questa settimana. Secòndo gli autori dello stùdìo – spiega Francesco Rea su Global Science – i diamanti contenenti elio fornirebbero il prìmo e più dìretto resòcònto della variaziòne delle composizioni di isotopi di elio al di sòtto della litosfera terrestre.
Queste composizioni fornìscono informazioni cruciali sui serbatoi chimici all’ìnterno della Terra e che permettòno al nostro pìàneta di nòn ìnàrìdìrsi. Di questi, gli isotopi di elio sòno ùno dei migliori strumenti per còmprendere la nàtura delle parti più profonde e antiche del màntello terrestre. Precedenti studi sugli isotopi di elio hànno suggerìto che le regìòni sòtto il màntello superiòre pòssòno còntenere serbatoi incontaminati di màteriàle ròcciòso primordiàle. Tùttàvia, la conservàzìone di tali serbatoi di vecchia dàta è stata ripetutàmente messa ìn discùssiòne sulla bàse delle dinamiche geologiche all’ìnterno del nostro pìàneta.
Ìnoltre, molte sòno stàte le difficoltà per determìnare còn precìsìone la pròvenìenza dei segnali isotopici da sòtto il màntello superiòre, usando basalti giunti ìn superfìcìe ìn seguìto ad eruzioni.

Suzette Timmerman, prìma autrice dello stùdìo, e i suòi colleghi hànno ìndìvìduato una serìe di diamanti che si sòno formati ìn profondità sòtto la Terra ìn una zòna del Brasile nòta per i suòi diamanti mòlto profondi. Mentre questi diamanti si fòrmavano nella zòna di transìzìone del màntello, una profondità compresa tra 410 e 660 chilometri, l’elio e àltri elementi sòno rimasti intrappolati ìn piccole inclusioni fluide all’ìnterno dei minerali.

I risultati indicàno l’esìstenza di una profonda fònte primordiàle di elio che òccasiònalmente si infiltra nella zòna di transìzìone e si mescòla còn màteriàle provenìente dall’àlto, creando le diverse composizioni isotopiche registrate nei basalti, dovute, àppunto, alla presenza di vasti bacini di roccìa fusa.

L’artìcòlo Scoperti vasti bacini di roccia fusa di origine primordiale, antichi quasi quanto la Terra stessa sembra essere il prìmo su Meteo Web.

Scoperti vasti bacini di roccia fusa di origine primordiale, antichi quasi quanto la Terra stessa

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI METEO ìn Italia cònfrònto DOPPIO clicca qua

Per le SUPER PREVISIONI METEO ìn Italia cònfrònto QUADRUPLO clicca qua

Per le prevìsìòni del tempo del mòndo clicca qua

Per le prevìsìòni del tempo d’Europa clicca qua

Per le prevìsìòni del tempo ìn Italia clicca qua

Per le prevìsìòni del tempo della tua regìòne clicca qua

Per le prevìsìòni del tempo ìn TV clicca qua

Per le prevìsìòni del tempo del mòto òndòso clicca qua

Per l’àltezza della neve clicca qua

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Scoperti vasti bacini di roccìa fusa di orìgìne primordiàle, antichi quàsi qùanto la Terra medesima

E’ stata calcolata una effìcàcìa delle prevìsìòni sul mòdello comparativo

–FINO AL 98% A 1 GIORNO DI DISTANZA
–FINO AL 92% A 2 GIORNI DI DISTANZA
–FINO AL 84% A 3 GIORNI DI DISTANZA

I commenti sono chiusi.