Una mappa interattiva della sequenza di Amatrice-Visso-Norcia

www.la-meteo.it – previsioni in real time

Ad un anno dall’evento sismico di magnitudo 6.5 del 30 ottobre 2016 la sequenza sismica di Amatrice-Visso-Norcia continua a far registrare numerosi terremoti ogni giorno nell’area. Una quarantina in media, ad esempio, gli eventi giornalieri registrati in questi ultimi giorni, tutti di magnitudo molto bassa con pochi terremoti superiori a magnitudo 2.0.  Dal 24 agosto ad oggi il numero di eventi ha ormai superato la quota di 78.500, la maggior parte di magnitudo inferiore a 2.0. Infatti se consideriamo solo gli eventi al di sopra di questa soglia sono poco più di 12.000.

Numero giornaliero di terremoti localizzati dalla Rete Sismica Nazionale e cumulata del numero degli eventi sismici nell’area della sequenza (aggiornamento 30 ottobre 2017).

La sequenza di Amatrice-Visso-Norcia è stata anche caratterizzata da diverse importanti fasi temporali a partire dal 24 agosto 2016 fino ai primi mesi del 2017. Queste fasi, ben evidenziate anche nei picchi degli istogrammi del numero giornaliero di terremoti (vedi grafico qui sopra), sono state ricostruite attraverso un video che mostra la distribuzione dei terremoti localizzati dalla Rete Sismica Nazionale dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) in 5 intervalli temporali con colori differenti:

  • dal 1 al 23 agosto 2016 (verde chiaro)
  • dal 24 agosto al 25 ottobre 2016 (giallo)
  • dal 26 al 29 ottobre 2016 (arancione)
  • dal 30 ottobre 2016 al 17 gennaio 2017 (rosso)
  • dal 18 gennaio al 31 marzo 2017 (blu)

Gli eventi sismici rappresentati sono solo quelli di magnitudo uguale o maggiore di 2.0. Le stelle bianche indicano gli epicentri dei terremoti più forti della sequenza con magnitudo uguale o maggiore di 5.0.

Questo video è stato presentato durante la giornata “Insieme per convivere con i terremoti“, organizzata dall’INGV in collaborazione con il Comune ad Amatrice, all’interno del percorso  divulgativo realizzato per mostrare le attività dell’Istituto durante l’emergenza e curato dai gruppi operativi e di ricerca dell’INGV.  Nel percorso è stato dato ampio spazio alle mappe e alle applicazioni multimediali per raccontare la sismicità e la pericolosità sismica. In particolare è stata presentata una mappa interattiva della sequenza che permette di visualizzare ed interrogare gli eventi sismici in base alla magnitudo e alle fasi temporali.

L’interfaccia della mappa interattiva della sequenza di Amatrice-Visso-Norcia. Cliccare sulla mappa per accedere all’applicazione.

Nella mappa sono visualizzati tutti gli eventi sismici di magnitudo uguale o maggiore di 2.5 localizzati dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nell’area dell’Italia centrale interessata dalla sequenza sismica dal 1 agosto 2016 al 31 agosto 2017.  E’ possibile filtrare gli eventi per magnitudo e per periodo temporale attraverso delle selezioni predefinite: ad esempio, i terremoti maggioriuguali di magnitudo 4.0, oppure gli eventi registrati tra il 26 e il 29 ottobre 2016. Alcuni filtri sono stati impostati in base alle fasi temporali della sequenza già descritte in precedenza.

Un esempio di applicazione di due filtri (uno sulla magnitudo ed uno temporale) sulla mappa. L’info-grafica mostra il numero di eventi come risultato dei filtri applicati.

Possono essere applicati anche più filtri, ad esempio uno sulla magnitudo ed uno temporale: un’info-grafica mostra il numero di terremoti risultanti dall’applicazione dei filtri e mostrati nella mappa. Inoltre è possibile in ogni momento interrogare ciascun terremoto sulla mappa per visualizzare le informazioni rispetto alla data, la magnitudo e la profondità ipocentrale.

Un’altra importante modalità di interazione è la possibilità di attivare il cursore TEMPO, una funzionalità che permette di impostare un’intervallo temporale personalizzato per la visualizzazione in mappa dei terremoti o per far partire una animazione scegliendo tra diverse velocità.

Il cursore TEMPO permette di creare delle animazioni della sequenza con intervalli temporali personalizzati .

La mappa interattiva è disponibile all’interno della galleria “story maps & terremoti” o direttamente al seguente link: http://arcg.is/1nfnHG.

a cura di Maurizio Pignone, INGV-Centro Nazionale Terremoti.

Archiviato in:Informazione, INGV, Mappe interattive – Story maps, Sequenza sismica Amatrice, Sismicità Italia Tagged: 2017, appnews, INGV, ingvterremoti, mappa interattiva, sequenza sismica Amatrice-Visso-Norcia, sequenza sismica italia centrale, story map, story maps

Sequenza di Amatrice-Visso-Norcia_20sec

Una mappa interattiva della sequenza di Amatrice-Visso-Norcia

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Per le previsioni mondiali seleziona qui

Per le previsioni meteo europee clicca qua

Per le previsioni del tempo in Italia clicca qui

Per le previsioni meteo della tua regione seleziona qui

Per le previsioni del tempo in TV clicca qua

Per le previsioni del tempo sui mari clicca qua

Per l’altezza della neve clicca qui

www.la-meteo.it

la-meteo.it

In meteorologia la previsione del tempo consiste nell’applicazione della scienza e della tecnologia con lo scopo di prevedere lo stato atmosferica in un intervallo futuro ed in una prestabilita località.
Ora per predire le condizioni future si usano molto spesso modelli di previsione matematici. L’intervento umano è ancora necessario per selezionare il miglior modello di previsione sul quale fondare la previsione stessa.
Inoltre il previsore deve tradurre il risultato dei modelli numerici in una predizione detagliata e semplice utilizzabile dal pubblico non esperto

La massiccia potenza computazionale richiesta per risolvere le equazioni che governano l’atmosfera, l’errore implicato nel misurare le condizioni iniziali ed una conoscenza incompleta dei processi atmosferici causano che le previsioni siano molto meno accurate quando aumenta l’intervallo temporale della previsione.
Differentemente la previsione meteo migliora allorché si approssima l’evento.
L’uso della cosiddetta PREVISIONE PER INSIEMI e DEL CONSENSO tra i modelli matematici aiuta a RIDURRE L’ERRORE e a selezionare L’ESITO PIU’ PROBABILE.

Questo sito fa uso esattamente il metodo appena citato per ottenere LE MIGLIORI PREVISIONI DEL WEB.
Per questo motivo vengono messi a confronto le migliori previsioni di internet e i migliori modelli numerici.
Dalla loro comparazione è possibile ottenere un tasso di successo elevatissimo sino a 3 giorni di distanza.

Si calcola un successo delle previsioni

–FINO AL 98% A 1 GIORNO DI DISTANZA
–SINO AL 92% A 2 GIORNI DI DISTANZA
–FINO AL 84% A 3 GIORNI DI DISTANZA

LA METEO – CONFRONTA LE MIGLIORI PREVISIONI DEL WEBUna mappa interattiva della sequenza di Amatrice-Visso-Norcia

I commenti sono chiusi.