Uno ZOOM su i TEMPORALI di lunedì 13 e martedì 14

Un primo stimolo di instabilità è transitato nelle ultime 24 ore su parte delle zone del Nord; come da previsione, successivamente gli intensi nubifragi acquazzoni di giovedì nel primo pomeriggio, i benefici sul piano delle temperature sono stati immediati e questa mattinata le zone del nord hanno subito gli effetti di un primissimo ricambio d’aria che ha contribuito a far scendere i valori di umidità relativa. Aria più fresca dal Golfo del Leone ha fatto breccia su i bacini occidentali, principalmente alto Tirreno e mare Della liguria, un rientro di aria più fresca dalla porta de la Bora riporta temperature più accettabili anche su la Valpadana. Nel weekend, contestualmente al rinforzo momentaneo dell’alta pressione, dovremo tuttavia aspettarci il preseguimento di una fase ancora piuttosto intensa di caldo che, seppure attenuata, farà sentire il suo peso anche su le zone del nord. 

Volgiamo ma lo sguardo al altro transito di instabilità predetto dai più importanti centri di calcolo a nostra disposizione durante de la prossima settimana; a livello sinottico i nuovi aggiornamenti smorzano un po’ la portata di simile transito che non è più visto come vera e propria saccatura, bensì come cavo d’onda inserito in un contesto di venti occidentali. Dunque nessuna vera rottura della stagione ma soltanto un “pizzicotto” all’estate mediterranea che, con estrema lentezza e gradualità, grazie a queste piccole interferenze, calmerà i suoi entusiasmo improvviso. 

Attenendosi al panorama modellistico attuale, il fronte che penetra sul Mediterraneo con un tenue gradiente, porterà con sè precipitazioni che nella giornata di lunedì riguarderanno principalmente la striscia alpina, prealpina e le pianure del Nord. La fase acuta del transito che coincide con il diminuzione più deciso delle temperature in quota, è predetto nella nottata fra lunedì e martedì, i nubifragi acquazzoni più importanti sono previsti su Friuli, Veneto, Liguria di Levante, Toscana, con eventi anche intensi. Nel nel primo pomeriggio di martedì, via libera all’instabilità termoconvettiva su i monti appenninici. La temperatura a quel punto subirebbe una nuova flessione verso il basso, su valori più gradevoli anche al centro (da confermare). 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it
 

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI METEO in Italia comparazione DOPPIO clicca qua
Per le SUPER PREVISIONI METEO in Italia comparazione QUADRUPLO clicca qua
Per le previsioni del tempo del globo clicca qua
Per le previsioni del tempo d’Europa clicca qua
Per le previsioni del tempo in Italia clicca qua
Per le previsioni del tempo de la tua regione clicca qua
Per le previsioni del tempo in TV clicca qua
Per le previsioni del tempo del moto ondoso clicca qua
Per l’quota de la neve clicca qua

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

I commenti sono chiusi.