Vento a 120 km/h sta sferzando diverse città italiane: “è tutto distrutto, aiutateci”, molti feriti

Tempesta in Italia: venti intensi e strage di alberi in molte regioni. Foto repertorio

  • Vento oltre i 120 km/h

    La perturbazione sta transitando sull’Italia e al momento piogge sono in atto al centro e in parte del meridione, dove le temperature stanno subendo un deciso calo. Il vento è l’elemento principale della giornata odierna, con raffiche che stanno raggiungendo e superando i 120 km/h su diverse regioni. Disagi soprattutto in Lombardia dove ci sono stati anche tre feriti nel comasco, colpito da alberi sradicati dalla forza del vento. Alcuni passanti hanno raccontato di essersi salvati per miracolo, sempre nel comasco. Raffiche fino a 70 km/h anche nel milanese e nel genovese, dove a causa di un grosso incendio molte famiglie sono state costrette a lasciare le proprie abitazioni. Nella serata di ieri un violento temporale ha colpito Ravenna, con raffiche fino a 120 km/h e numerosi danni nella città romagnola.

    Danni in molte zone della penisola

    Disagi nella notte su tutta la Romagna, dove il vento ha fatto paura e determinato mareggiate impressionanti. Molti gli alberi distrutti anche a Cervia, con strade completamente invase da rami ed alberi sradicati dalla forza del vento.   “Il vento fortissimo ha fatto cadere una ventina di piante, sopratutto in strada senza però nessuna conseguenza sulle persone. Un platano caduto a Savio ha danneggiato due auto in sosta” ha affermato il sindaco Luca Coffari Adesso il forte vento sta colpendo anche il centro-sud dove sono attesi piogge intense e temporali (Fonte:ravennatoday).

  • Tregua nel fine settimana

    Una tempesta di vento e pioggia che continuerà ancora per altre 24-36 ore e si andrà localizzando verso il meridione. Nel corso delle prossime ore, temporali anche intensi invece continueranno a colpire il centro-sud della penisola con quota neve in calo sin verso i 600-800 metri tra Marche, Umbria e Abruzzo, dove la giornata risulterà tipicamente invernale. Una vera e propria tempesta che spazzerà diverse regioni italiane, una parentesi invernale che si esaurirà nella giornata di giovedì, attenzione però, secondo gli ultimi aggiornamenti modellistici potrebbe non essere l’ultima. Dopo un fine settimana generalmente soleggiato e con temperature in aumento, sembra prospettarsi  un inizio di aprile movimentato e con diversi affondi artici verso il Mediterraneo e l’Italia. Al momento è soltanto una possibilità, ci torneremo in maniera più dettagliata nei prossimi giorni. Per saperne di più seguite come sempre tutti i prossimi aggiornamenti sul nostro sito meteo.

Iscriviti alla nostra newsletter

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI nazionali confronto DOPPIO clicca qui
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia confronto QUADRUPLO clicca qua
Per le previsioni del tempo globali clicca qua
Per le previsioni meteo europee clicca qua
Per le previsioni meteo nazionali clicca qui
Per le previsioni meteo della tua regione clicca qui
Per le previsioni meteo televisive passa qui
Per le previsioni del tempo del moto ondoso seleziona qui
Per l’altezza della neve passa qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Qualunque meteorologo dipende da il risultato di modelli fisico-matematici per interpretare l’evoluzione del tempo.

Dati satellitari meteorologici può essere usato in posizioni dove i dati tradizionali risorse non sono certamente disponibili.

Previsioni previsioni sono create da accumulando dati quantitativi su lo stato corrente dell’atmosfera e usando scientifici conoscenza della dei processi atmosferici per prevedere come evolverà l’atmosfera.

Questo prende il nome foen: si verifica quando tra il nord e il sud delle Alpi c’è una differenza barica

Nord : Nuvole e piogge in passaggio da ovest a oriente specialmente dal pomeriggio. Neve da 1500 m. Miglioramento in serata per il Nord-Ovest.

Temperature in aumento, massime fra 20 e quattordici.

Temperature stabili, massime tra undici e 18.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*